34° Trofeo delle Regioni Esordienti A
Rovereto, 9-10 luglio 2016
Edizione 2008
Vince il Lazio, Trentino quindicesimo
mercoledì 25 giugno 2008

Lazio, Piemonte e Veneto sono le prime tre regioni classificate al Campionato Nazionale Esordienti “A”, che si è svolto sabato e domenica nella piscina scoperta di Molveno. Una manifestazione ideata dal Comitato Fin Trentino e supportata dalla Federazione Nuoto di Roma, per dare visibilità ai nuotatori più giovani, vale a dire 12-13 anni per i maschi e 11-12 anni per le femmine. Una kermesse che è divenuta nel corso delle sue quattordici edizioni un vero e proprio campionato nazionale, perché vi partecipano i dieci migliori atleti di ogni regione d’Italia.
Non che ci aspettassimo una classifica tanto diversa:
Escludendo il 2008, nelle precedenti tredici edizioni il Lazio ha vinto cinque volte, quattro la Lombardia, tre il Veneto ed una la Liguria.

Campionato Anno Regione Punti
13ª edizione 2007 C.R. LOMBARDIA 491
12ª edizione 2006 C.R. VENETO 490
11ª edizione 2005 C.R. LAZIO 498,5
10ª edizione 2004 C.R. LOMBARDIA 488,5
9ª edizione 2003 C.R. LIGURIA 463
8ª edizione 2002 C.R. LOMBARDIA 456
7ª edizione 2001 C.R. LAZIO 468
6ª edizione 2000 C.R. LOMBARDIA 414
5ª edizione 1999 C.R. LAZIO 401
4ª edizione 1998 C.R. VENETO 394
3ª edizione 1997 C.R. VENETO 427
2ª edizione 1996 C.R. LAZIO 416
1ª edizione 1995 C.R. LAZIO 410

Per quanto riguarda l’edizione appena conclusa il Lazio è stato in testa fin dalla prima giornata di gare, stabilendo il punteggio record di 533 (lo scorso anno la Lombardia aveva totalizzato 491, ma sempre il Lazio nel 2005 aveva ottenuto 498,5). Sul podio seguono Piemonte con 473 punti e Veneto con 423, che ha recuperato posizioni sulla Lombardia, quarta classificata (411 p.) grazie alle staffette finali.
In totale sono stati migliorati sei record di manifestazione, contro i due primati caduti nel 2007. Sabato, sono stati abbassati i crono dei 200 stile maschi (Simone Bogetti, Piemonte, in 2’03”15), dei 100 stile maschi (Francesco Giordano, Lazio, prima frazione in staffetta 57”11) e della 4 x 100 stile maschi (Lazio in 3’05”90).
Domenica ne sono stati abbattuti altri tre. Si tratta dei crono della gara dei 100 farfalla maschi (Matteo Poggiaspalla, Lazio, 1’02”36), dei 200 stile femmine (Silvia Aquino, Campania, 2’15”70) e della 4 x 100 mista maschi (Lazio in 4’21”04).
La rappresentativa del Trentino ha ottenuto il quindicesimo piazzamento in classifica, prima dell’Alto Adige, diciottesima. Posizioni che mostrano come, a livello giovanile, le due province non siano ancora in grado di competere con le grandi d’Italia, in grado di attingere da un cospicuo vivaio di atleti.
Seppur con le dovute cautele, perché stiamo parlando di nuoto giovanile, anche noi abbiamo avuto i nostri “campioni”. L’altoatesino Zacaria Casna si è acchiappato una bella medaglia di bronzo nei 100 rana (1’15”12) e il trentino Martin Regolini (Rari Nantes Ala) ha sfiorato per ben due volte la terza posizione nei 200 e 100 stile libero (59”67).
Tra le femmine, hanno ottenuto buoni piazzamenti Francesca Stoppa (Rari Nantes Trento), Arianna Cemin (Rari Nantes Trento) e Ylenia Danieli (Rari Nantes Valsugana),pur con i complimenti all’intera pattuglia trentina. Francesca si è classificata dodicesima nei 200 farfalla, Ylenia tredicesima nei 100 dorso e Arianna tredicesima nei 200 stile libero.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Comitato Trentino Federazione Italiana Nuoto
Piazza Fiera, 13 - 38122 Trento | Tel. 0461.231456 - Fax 0461.269441 | email: fin@fintrentino.it
C.F. 05284670584 - P.I. 01384031009 - Reg. Persone Giuridiche n. 19/01 - Iscritta al Registro della Protezione Civile